Perché l’interventi sulle fognature denominato il Piano Salvaguardi della Balneazione Ottimizzato del Comune di Rimini (PSBO) è incompleto?

Riteniamo che il piano delle fognatura riminese sia incompleto perché disattende completamente il principi del riuso delle acqua depurate. Acque che scaricare in mare degradano le acque di balneazione e causano gravi problemi alla salute del mare e agli organismi marini.

Attualmente il piano si è sviluppato prevalentemente nella direzione della concentrazione della depurazione a Santa Giustina e nella riduzione degli scarichi a mare nell’ambito del comune di Rimini.

Il trasferimento della depurazione a Santa Giustina di grande parte delle fogne della provincia di Rimini e la chiusura dei rispettivi impianti di depurazione periferici causa una grande concentrazione di reflui depurarli. Queste acque dolci depurate vengono intubate e scaricate nel Fiume Marecchia a pochi centinaia di metri dalla foce in prossimità delle frazioni di San Giuliano e Rivabella.

Questo in estate ha effetti molto negativi sulle qualità delle acque di balneazione di costa. In tempo di bonaccia l’acqua depurata e non rinaturalizzata stratifica sull’acqua salata del mare causando il fenomeno della anossia che compromette la vita marina e bentonica.

Riteniamo pertanto che fino a quando non venga ottemperato alle previsioni di riuso delle acque depurate, previsioni risalenti già agli anni ’70, il Piano di Salvaguardi della Balneazione Ottimizzato del Comune di Rimini (PSBO) oggi in fase di realizzazione sia causa di nuovi problemi. Questo tentativo di risolverne vecchi problemi prevedendone di nuovi insoluti mostra il limite di una visione non integrata del territori e dell’ambiente. Questa politica industriale di concentrare la depurazione in un grande impianto industriale trasforma l’acqua depurata in rifiuto scaricato in mare. Contemporaneamente priva il territorio di una risorsa utile a combattere i lunghi periodi di siccità che ormai caratterizzano la nostra realtà.

Per approfondire il tema il documento appello elaborato dal Coordinamento delle associazioni ambientaliste.

/** Bottoni social */ /** Codice analytics */ window.dataLayer = window.dataLayer || []; function gtag(){dataLayer.push(arguments);} gtag(\'js\', new Date()); gtag(\'config\', \'UA-88101610-1\');